Home
Don Mario Prandi - La vita  
 
06/02/1910 Nasce a Reggio Emilia, figlio di Giovanni Prandi e Adalgisa Fantuzzi.

                      
17/02/1910 Riceve il battesimo nel battistero della Cattedrale.

                      
1917 A Pentecoste riceve la cresima dal vescovo Brettoni.

                      
1920 Fa la prima comunione nella chiesa di S. Teresa.

                      
01/01/1926 Entra nel seminario minore a Reggio.

                      
15/07/1934 Mons. Brettoni lo ordina sacerdote.

                      
26/07/1934 Celebra la prima Messa nella chiesa di S. Teresa.
La settimana dopo nella chiesa di S. Pellegrino.

                      
09/08/1934 Curato a Calerno.

                         
28/11/1934 Viene destinato a Castelnovo ne' Monti.

                      
1936-1938 Coadiutore a Cadč e insegnante di religione nelle scuole.

                      
31/10/1938 Diventa parroco di Fontanaluccia.

                      
28/09/1941 Apre l'Ospizio S. Lucia per accogliere i pił bisognosi.

                      
16/07/1942 Vestizione delle prime suore: suor Maria, suor Giuseppina, suor Gemma.
L'8 Settembre prende l'abito suor Lucia.

                      
1944 Dopo l'armistizio del '43 l'ospedale partigiano viene incendiato dai tedeschi e l'Ospizio S. Lucia si trasforma in ospedale.

                      
1945 Il 7 gennaio don Mario viene ferito da una scheggia di mortaio sul Monte di Gazzano.
Il 25 aprile la guerra finisce e l'Ospizio riprende la sua fisionomia iniziale.
Don Mario costituisce la Cooperativa Sociale S. Lucia.

                         
12/05/1946 Morto il vescovo Brettoni, gli succede mons. Socche.

                      
24/11/1947 Si apre la C.d.C. di S. Giovanni di Querciola.

                      
11/02/1956 Il vescovo Socche emana il decreto di riconoscimento canonico dell'opera di don Mario Prandi.

                      
Estate 1963 Si susseguono i ricoveri in ospedale di don Mario.
Al termine dell'estate riceve una lettera del vescovo Socche con l'ordine di non intrattenere pił alcuna relazione con le C.d.C.

                      
1965 Muore mons. Socche.
Gli succede mons. Baroni, che reintegra don Mario nel suo ruolo.

                      
Marzo 1967 Don Mario e il dott. Casini inviati dal Vescovo in Madagascar, in avanscoperta.
Il Vescovo nomina don Mario responsabile della missione diocesana in Madagascar e gli affida anche la formazione dell'equipe diocesana dei partenti.

                      
23/11/1967 Partenza della prima equipe missionaria diocesana in Madagascar, accompagnata da don Mario.

                      
11/02/1969 Nascita della Casa della Caritą a Tongarivo, cuore e punto d'incontro per i missionari reggiani.

                      
27/11/1972 Inizio dei Fratelli della Caritą.

                      
Dicembre 1972 Don Mario si reca in India per accompagnare fr. Romano, per iniziare la missione diocesana.

                      
20/06/1980 Apertura della C.d.C. a Versova in India.

                      
15/10/1980 Per la 1° volta si celebrano le vestizioni al Santuario della B.V. Della Ghiara per volere di mons. Baroni per evidenziare l'ecclesialitą delle Case e la vocazione di Chiesa delle Carmelitane Minori e della Congregazione Mariana.

                      
Agosto 1986 A don Mario viene diagnosticato un tumore.

                      
10/10/1986 Muore in S. Girolamo.
I funerali si tengono a Reggio in Duomo il13 ottobre e a Fontanaluccia il 14. Viene sepolto nel cimitero di Fontanaluccia.

                      
05/11/1990 La salma viene traslata nella chiesa parrocchiale.
  Home
www.neviani.it
carlo@neviani.it